Dichiarazione sulla trasparenza nelle catene di approvvigionamento

Dichiarazione sulla trasparenza nelle catene di approvvigionamento

 

DFS Group L.P. (noto anche come DFS North America) e le sue affiliate (insieme, "DFS" o "noi") sono impegnati a condurre le proprie attività commerciali con la massima integrità e nel rispetto dei più rigorosi standard etici e legali. Manteniamo gli stessi standard per tutti i partner commerciali, inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, i nostri fornitori, vendor e altri fornitori di servizi.

 

Il California Transparency in Supply Chains Act del 2010 (SB-657) stabilisce che tutti i produttori e i rivenditori retail che operano in California devono condividere il proprio impegno per eliminare la schiavitù e la tratta di esseri umani nella catena di approvvigionamento diretta. Per rispondere ai requisiti di tale legge, DFS dichiara quanto segue:

 

DFS si aspetta che tutti i suoi partner commerciali, compresi i suoi fornitori diretti, rispettino e adottino il proprio Codice di condotta per i partner commerciali, che riporta le nostre aspettative. Il lavoro minorile, il lavoro forzato, la schiavitù e la tratta di esseri umani sono tutti severamente vietati ai sensi del presente Codice.

 

Sebbene al momento non verifichiamo regolarmente l'intera catena di approvvigionamento diretta dei prodotti o non eseguiamo controlli regolari sui fornitori diretti, ci riserviamo il diritto di condurre verifiche presso i nostri fornitori, i loro fornitori e i loro subappaltatori ai sensi del Codice di condotta per i partner commerciali. I fornitori che non soddisfano gli standard del Codice sono stati precedentemente soggetti a verifiche, revisioni e altre azioni, tra cui e in ultima istanza la risoluzione, e DFS continuerà a verificare regolarmente la conformità a questo proposito.

 

I nostri fornitori sono tenuti a tenere registri adeguati per dimostrare la conformità agli aspetti lavorativi del Codice di condotta dei partner commerciali DFS; tuttavia, non chiediamo ai fornitori diretti di certificare che tutti i materiali dei prodotti siano conformi alle leggi sulla schiavitù e sulla tratta di esseri umani di tutti i paesi in cui svolgono attività commerciali.

 

DFS si sta impegnando e continuerà a impegnarsi a comunicare e formare i dipendenti direttamente responsabili della gestione della catena di approvvigionamento per accertarsi che siano a conoscenza delle problematiche e delle preoccupazioni relative alla catena di approvvigionamento, inclusa la mitigazione del rischio di schiavitù e tratta di esseri umani. DFS adotta e aggiorna un Codice di condotta dei dipendenti che include norme applicabili a tutti i dipendenti e relative al divieto di schiavitù e di tratta di esseri umani.